Prenota il tuo soggiorno in tutto il mondo in un click! #dormoqui

  • +15.000 hotel, b&b appartamenti
  • Tariffa più bassa garantita!
  • Prenoti online e paghi direttamente all'arrivo

Ti piace Bologna?

Visitare Bologna

 Visitare Bologna

Bologna: Guida turistica di Bologna, tra portici, università e fiere

Bologna: Piazza Maggiore Bologna: Piazza Maggiore Bologna: Basilica di San Petronio Bologna: Basilica di San Petronio Bologna: La Torre degli Asinelli Bologna: Bologna Bologna: Parco della Montagnola Bologna: Parco della Montagnola entrata Bologna: Vista su Bologna

La città di Bologna è una delle realtà principali nella zona dell’Italia centrale, ma anche a livello nazionale rappresenta una città importante soprattutto dal punto di vista economico.

Sorge nella Pianura Padana, a ridosso degli Appennini, fra la Valle del Reno e la Valle del Savena.

I primi insediamenti sarebbero molto antichi, infatti già un millennio prima di Cristo dove oggi sorge questa vivace città, vi erano degli insediamenti testimoniati da vari ritrovamenti archeologici. Questo importante centro urbano crebbe in dimensioni ma anche artisticamente, prima sotto gli Etruschi e poi sotto i Celti, mentre ad oggi, pur non avendo un monumento di spicco come altre città italiane, gode di un centro storico molto grazioso, tutto da scoprire. Bologna è rinomata per i numerosi portici, che quando furono costruiti avevano principalmente una funzione logistica, mentre oggi sono un’attrattiva che rende la città ancora più carina.

A Bologna è presente la più antica Università italiana e ciò fece si che nel tardo Medioevo si riversarono in città numerosissime persone. Per ovviare al problema degli alloggi si cominciarono a costruire delle sporgenze in legno per ampliare i piani superiori e piano piano divennero dei veri e propri portici. L’utilità di tali costruzioni fu presto evidente, potendo camminare all’asciutto anche durante le giornate piovose; così fu proprio l’amministrazione comunale ad obbligare ogni proprietario di casa ad avere un portico.

Ben presto fu regolamentata anche la costruzione dei portici che dovevano essere sufficientemente alti da consentire il passaggio di uomini a cavallo ed abbastanza larghi da permettere il transito di più persone contemporaneamente in entrambe le direzioni. Ad oggi in città si contano oltre 38 km di portici che sono divenuti una delle peculiarità di Bologna.

L’altra caratteristica nota a tutti sono le torri che fiorirono sia a scopo difensivo, ma anche come vere e proprie abitazioni, divenendo così delle case-torri. Molte non sono più visibili nel centro storico, in quanto col trascorrere del tempo furono inglobate alle altre costruzioni, ma numerose si possono ancora ammirare passeggiando per le vie del centro. Le più famose sono la Torre degli Asinelli e la Garisenda, entrambe note ancora col nome delle nobili famiglie che vollero la loro costruzione.

La città di Bologna è molto vivace dal punto di vista culturale e la presenza della più antica Università italiana fa si che ci siano numerosissimi studenti provenienti da tutta Italia ma anche molti stranieri. L’Università di Bologna nacque probabilmente intorno al XI secolo, anche se i primi documenti scritti risalgono al 1317.
Si trattava di un ateneo libero e laico dove i giovani si ritrovavano per prendere lezioni giuridiche. Oggi è uno degli atenei più grandi, meglio organizzati e più affollati di tutta Italia, con 23 facoltà sia umanistiche che scientifiche. La sua importanza è tale che nel 2008 è stata dichiarata miglior Università italiana dall’autorevole classifica “Times Higher Education the top 200 word universities”.

Nel 2006 invece, era già arrivato un altro importante riconoscimento a tutta la città, essendo insignita dall’UNESCO del titolo di “Città creativa della musica”, importante riconoscimento che sottolinea l’importanza a livello internazionale di tale realtà.