Prenota il tuo soggiorno in tutto il mondo in un click! #dormoqui

  • +15.000 hotel, b&b appartamenti
  • Tariffa più bassa garantita!
  • Prenoti online e paghi direttamente all'arrivo

Ti piace Firenze?

Visitare Firenze

 Consigli Utili

Firenze: Consigli utili per visitare Firenze

Firenze ha un grazioso e raccolto centro storico, in gran parte tutelato dall’UNESCO per l’importanza artistica e storica dei beni architettonici in esso contenuti. Non è una città particolarmente grande, rispetto soprattutto ad altre realtà come Roma e Milano, però in ogni caso è consigliato visitarla a piedi, possibilmente decidendo di lasciare l’auto a casa, onde evitare difficoltà nel trovare parcheggi ed evitare di rimanere ingolfati in zone a traffico limitato. Se si opta per un viaggio in treno si potranno scegliere i treni ad alta velocità che ben collegano Firenze alle principali arterie sud-nord, infatti vista la sua centralità nella penisola è comodamente raggiungibile sia da chi proviene dal Nord Italia, sia da chi proviene dalle regioni del Meridione.

La stazione più centrale è quella di Santa Maria Novella, nei pressi del famoso complesso monastico di Santa Maria Novella, che quindi si consiglia di vistare non appena scesi dal treno, o al limite al termine del soggiorno in città, poco prima di ripartire.

Firenze dispone di una pista ciclabile di ben 78 chilometri ed in vari punti della città è possibile noleggiare le biciclette, ciò rende ancora più agevole andare alla scoperta del suo splendo centro storico ed ha anche un valore etico, visto che incentiva ad usare di meno le automobili. Comunque, a parte il discorso delle biciclette, il centro si raggiungerà senza grandi problemi anche a piedi e ci si accorgerà che in uno spazio abbastanza limitato si potranno ammirare la maggior parte dei beni architettonici di Firenze.

Poco distante da Piazza Duomo si vedrà il grande stabile che ospita il Museo degli Uffizi, uno dei musei più importanti d’Italia, in virtù di ciò è bene sapere che è consigliabile procurarsi i biglietti in anticipo, sia per evitare chilometriche file, o ancora peggio per evitare che in quella giornata sia tutto al completo e quindi non sia possibile entrare. Comunque per visitare questo immenso museo è necessaria almeno una mezza giornata ed è bene tenere in considerazione ciò prima di programmare una visita alla città.

Scoprire una città vuol dire scoprire anche i suoi usi e costumi e perché no, le ricette che vengono tramandate di generazione in generazione.
La cucina fiorentina è caratterizzata da ingredienti semplici e genuini e fa largo uso di spezie varie ed erbe aromatiche, che regalano ad ogni piatto gusti unici. I salumi, un po’ tipici di tutto il centro Italia, vengono spesso serviti accompagnati da bruschettine esaltate dall’eccellente olio extra vergine d’oliva tipico della zona. Tra i primi piatti i fiorentini adorano le zuppe di legumi ed in particolare la ribollita, una zuppa tipica di questa zona fatta con pane raffermo, cavolo nero e fagioli cannellini.

Tra i secondi piatti come non citare la famosissima “fiorentina”, ovvero una spessa bistecca alta 5 o 6 centimetri e servita al sangue per mantenere la morbidezza e tutto il sapore delle freschissime carni allevate nei colli toscani. Le prelibatezze culinarie fiorentine ben si sposano con il Chianti, vino rosso d’origine controllata, prodotto proprio nei colli intorno a Firenze.
Per i più golosi si consiglia di assaggiare il “castagnaccio”, fatto con farina di castagne, la “schiacciata alla fiorentina”, con un tenero cuore di panna montata ed il “pan di ramerino”, preparato con la pasta del pane alla quale viene aggiunta l’uvetta sultanina ed il rosmarino.