Prenota il tuo soggiorno in tutto il mondo in un click! #dormoqui

  • +15.000 hotel, b&b appartamenti
  • Tariffa più bassa garantita!
  • Prenoti online e paghi direttamente all'arrivo

Ti piace Venezia?

Venezia - 3 cose da fare a Venezia

 
 3 cose da fare a Venezia

Venezia: Tour e itinerari

Cultura e Tradizione

Tra gli eventi più caratteristici che si svolgono a Venezia, uno assolutamente da non perdere è il Carnevale, sontuoso ed elegante, durante il quale rivivono le atmosfere di secoli fa e Venezia sembra rituffarsi nel suo glorioso passato. I primi documenti che citano il Carnevale come evento per allietare i cittadini, soprattutto quelli meno abbienti, risalirebbe al 1094, e già all’epoca si parlava del Carnevale come periodi di balli, scherzi, da trascorrere in spensieratezza.

Molto in voga erano le maschere, che permettevano di mantenere segreta la propria identità, rendendo così tutti uguali, gli aristocratici come i meno abbienti. Le maschere acquisirono sempre più importanza e da allora se ne costruirono sempre di più belle ed eleganti, divenendo pian piano una delle istituzioni di Venezia. Ancora oggi sono talmente apprezzate da essere comprate come souvenirs da milioni di turisti ogni anno.

Il periodo più roseo il Carnevale lo ebbe durante il 1700, quando anche la Repubblica della Serenissima raggiunse l’apice del suo potere. Quegli sfarzosi abiti ancora rivivono nel Carnevale moderno, che vede per le calli e nelle piazze maschere stupende passeggiare e sorseggiare drink nei cafè più esclusivi di Piazza San Marco.

Visitando Venezia vale la pena spostarsi con un vaporetto per raggiungere le due famosissime isole di Burano e Murano, due fiori all’occhiello per il comune di Venezia. Burano è costituita da una serie di isolette di piccole dimensioni unite tra loro da ponti e caratterizzate da piccole abitazioni variopinte. Burano è famosa per la produzione di merletti, che storicamente risalirebbe al XVI secolo, ma secondo una leggenda tale lavorazione sarebbe nata grazie ad un pescatore del posto. Si narra che il giovane resistette al canto di una sirena pur di tornare dalla donna amata a Burano e tale gesto piacque talmente alla regina dei flutti che gli regalò un magnifico velo da donare alla sua amata. Tutte le amiche della giovane, gelose per la bellezza di quel tessuto, provarono in ogni modo a riprodurre un velo di tale magnificenza e da allora sarebbe nata questa storica e prestigiosa lavorazione dei merletti, che ad oggi attira numerosi turisti.

L’altra famosissima isola della laguna è Murano, rinomata per la lavorazione del vetro soffiato. Così come la produzione di merletti, anche quella del vetro è antichissima, soltanto che in origine questa attività si svolgeva direttamente a Venezia.
Nel 1295 la Repubblica di Venezia stabilì di spostare tutte le fabbriche del vetro nella vicina isola di Murano, per questioni di sicurezza pubblica, visto che già in più occasioni vi erano stati incidenti distruttivi.

Da allora Murano divenne l’isola del vetro soffiato e tutt’oggi è l’attività principale che contraddistingue l’isola. Di particolare valore sono i lampadari che ben presto divennero oggetti preziosi, di inestimabile valore. Numerose sono le piccole fabbriche che ancora producono il vetro soffiato e molte permettono di vedere la creazione in diretta di piccoli oggetti.