Prenota il tuo soggiorno in tutto il mondo in un click! #dormoqui

  • +15.000 hotel, b&b appartamenti
  • Tariffa più bassa garantita!
  • Prenoti online e paghi direttamente all'arrivo

Condividi con i tuoi amici: Cosa vedere a Firenze, ecco quello che non ti puoi perdere

Attiva Disattiva

Cosa vedere a Firenze, ecco quello che non ti puoi perdere

 ›
 ›
 › Cosa vedere a Firenze, ecco quello che non ti puoi perdere

Se hai deciso per un soggiorno a Firenze, non puoi perdere l’occasione di visitarla e capire esattamente cosa  vedere a Firenze e quello che proprio non ti puoi perdere. Si parte!

Firenze, importante centro universitario e patrimonio dell'umanità UNESCO, capoluogo della Toscana, è una delle città italiane più conosciute all’estero e più frequentata dai turisti stranieri ma anche dagli stessi Italiani, considerata la città dove ha avuto origine il Rinascimento e riconosciuta a livello mondiale come una delle culle d’arte e dell’architettura.

Vista di Firenze
Vista di Firenze

Di cose da vedere a Firenze ce ne sono moltissime oltre ai più famosi musei e monumenti come il Duomo, gli Uffizi, Ponte Vecchio, Palazzo Pitti Firenze riserva anche altro .. te lo raccontiamo in questo dettagliato articolo.

I milioni di turisti che ogni anno passano da Firenze (circa 10 milioni all'anno in maggioranza americani) hanno ben in testa il duomo di Santa Maria del Fiore, Ponte Vecchio, Piazza della Signoria e la Galleria degli Uffizi.

Leggi anche: Dove dormire a Firenze spendendo poco

Alcuni non mancheranno di visitare anche Santa Maria Novella o Piazzale Michelangelo, da dove portare a casa uno scatto mozzafiato della città vista dall’alto.

Vista di Firenze dall'alto
Vista di Firenze dall'alto

Ma ti garantiamo che c’è molto, molto altro da vedere a Firenze, un po’ per vederla con gli occhi dei fiorentini, un po’ per portarsi a casa anche qualche scatto diverso da quello che si portano tutti i turisti.

Il giro obbligato per vedere Firenze

Per chi la visita, Firenze è prima di tutto la città dove ha avuto origine il Rinascimento. Chiunque arrivi in città per la prima volta deve sottoporsi quindi al “giro obbligato” che partendo dalla trecentesca chiesa di Santa Maria Novella (Piazza di Santa Maria Novella) arriva in Piazza del Duomo, dove si trovano la basilica di Santa Maria del Fiore con il suo battistero adiacente.

Il treno è uno dei modi per arrivare a Firenze, si arriva nella stazione di Santa Maria Novella, questa stazione si trova in posizione comodissima per visitare la città, uno dei consigli che ti diamo è quello di raggiungere Firenze in treno e di prenotare un hotel vicino alla stazione così eviterai di usare la macchina e allo stesso tempo risparmierai sul viaggio.

Santa Maria Novella
Santa Maria Novella - Foto: Foto KHAKSARI

Da qui, seguendo via dei Calzaiuoli e fermandosi a dare una moneta e strofinando il naso del “porcellino”, si arriva in Piazza della Signoria, sulla quale si erge Palazzo Vecchio, sede storica del potere fiorentino.

Praticamente adiacente a Piazza della Signoria si trova uno dei più famosi ed importanti musei italiani, assolutamente da vedere, la Galleria degli Uffizi, che in realtà include anche le collezioni di Palazzo Pitti.

Qui puoi vedere costo e orari di ingresso della Galleria degli Uffizi. Ogni prima domenica del mese l'ingresso è gratis.

Oltre la Galleria degli Uffizi arriva il momento di cambiare sponda dell’Arno attraversando Ponte Vecchio, il famosissimo ponte sul quale trovano posto negozi di gioiellieri ed artisti, ed una volta sull’altra riva si prosegue fino a Palazzo Pitti, dove si trovano come detto parte delle collezioni degli Uffizi e soprattutto il meraviglioso Giardino dei Boboli, uno dei più importanti giardini all’italiana al mondo.

Arno e il Ponte Vecchio
Arno e il Ponte Vecchio - Foto: Foto E. Huybrechts

Se vorrai visitare gli Uffizi o il Duomo (Cattedrale Santa Maria del Fiore) e salire sulla cupola del Brunelleschi, dovrai prenotare in anticipo i biglietti online ed avere parecchio tempo a disposizione, dato che le visite portano via almeno mezza giornata.

Giardino dei Boboli
Giardino dei Boboli - Foto: Foto Sophie

Cerchiamo di andare un po’ oltre, quello descritto è il giro classico, che tutti quelli che sono passati da Firenze hanno fatto ma a noi non basta. La città offre così tanto da fare e da vedere che sarebbe un vero peccato limitarsi solo a questa passeggiata.

Duomo di Firenze - Cattedrale Santa Maria del Fiore
Duomo di Firenze - Cattedrale Santa Maria del Fiore - Foto: Foto G. Gelens

Una visita al Mercato Centrale (e quello di San Lorenzo)

Come abbiamo già detto di cose da vedere a Firenze ce ne sono moltissime, ma ad un certo punto della visita ti verrà fame. E se non venisse siamo comunque in uno dei luoghi con la miglior cucina al mondo quindi sarebbe opportuno farsela venire.

Mercato Centrale a Firenze
Mercato Centrale a Firenze

Storico mercato coperto di Firenze. Un luogo moderno e bellissimo si potrebbe considerarlo come un pezzo di Europa nel centro di Firenze.

Trovi veramente di tutto dalla carne al pesce, dalla pizza allo street food, inclusi ovviamente i piatti tipici Toscani. Si può fare la spesa o mangiare nella pizzeria al piano superiore oppure nei tanti locali sotto di essa, accomodandosi nei tavoli predisposti. C'è anche una cucina dove si svolgono corsi e presentazioni. Se vai nel fine settimana preparati ad un bel po’ di folla.

Il Mercato Centrale di Firenze, si trova fra via dell'Ariento, via Sant'Antonino, via Panicale e piazza del Mercato Centrale, è il posto ideale dove assaggiare i salumi, i formaggi ed i vini della zona di Firenze e della Toscana in generale.

Dopo un giro a fare shopping tra i banchi del Mercato di San Lorenzo, che circondano il Mercato Centrale e che propongono prodotti in pelle di produzione locale, si entra nell’edificio di costruzione ottocentesca dove si è catapultati in un universo di profumi e sapori di prodotti locali di altissima qualità, difficili da trovare altrove.

Ogni banco fa da negozio, propone ampie scelte di formaggi, salumi e vini, oltre a focaccia toscana calda e pane sciocco e in molti hanno dei tavolini dove si possono ordinare dei taglieri con un buon bicchiere.

E se non ci fosse posto, o volessi mangiare stando più comodo basta salire al primo piano dove in un ambiente moderno e confortevole, più di 15 postazioni ti aspettano con tavoli e menù di ogni tipo, compreso il locale e rinomato lampredotto (un panino a base di stomaco di bovino). 

Lo Spedale degli Innocenti (oggi Museo degli Innocenti)

Lo Spedale Innocenti Firenze
Lo Spedale Innocenti Firenze - Foto: Foto Matteo

Questa struttura si trova in Piazza della Santissima Annunziata, dal lato sinistro del Duomo guardandone la facciata.

Progettata dal Brunelleschi nel XV secolo e storicamente l’orfanotrofio di Firenze, oggi ospita un museo e sede di uffici e centri di ricerca sull’infanzia tra cui quello dell’UNICEF.

La peculiarità di questo edificio sta nel fatto che la sua terrazza offre una delle viste di Firenze più belle e sconosciute.

Per arrivarci non c’è nemmeno bisogno di visitare il museo, visto che si sale da scale separate ed una volta in cima ci aspetta un bar con tavolini all’aperto, tempo permettendo, e una vista che offre contemporaneamente la veduta della cupola di Brunelleschi e della sinagoga ottocentesca.

Sicuramente emozionante la storia che racchiude questa struttura. Da vedere la nicchia esterna in cui venivano consegnati i bambini rifiutati dalle famiglie.

Basilica di Santa Croce (e rispettivo quartiere)

Basilica di Santa Croce
Basilica di Santa Croce

Intorno alla Basilica di Santa Croce sorge uno dei quartieri più fiorentini di Firenze. Situato non lontano dal centro, alla fine Firenze non è poi così grande, il quartiere è oggi frequentato dai turisti pur non avendo perso assolutamente l’animo fiorentino che lo caratterizza.

La Basilica di Santa Croce, edificio terminato nel XV secolo, è quasi un cimitero monumentale. Qui riposano tantissimi grandi uomini di cultura e di arte italiani come Michelangelo, Machiavelli, Galileo, Ugo Foscolo e Gioacchino Rossini.

Singolarmente, c’è uno spazio predisposto per il padre della lingua italiana, Dante Alighieri. Questo tuttavia morì in esilio a Ravenna e la città romagnola non ha mai concesso il trasferimento delle spoglie e quindi lo spazio presenta solo una targa commemorativa.

Il quartiere intorno è animato da locali, negozi di artigianato, bar e ristoranti. Può essere una buona scelta per fermarsi a provare una bistecca alla fiorentina, l’enorme bistecca cotta al sangue piatto caratteristico della cucina locale.

Dopo la carne, momento del dolce alla storica gelateria Vivoli che fa uno dei gelati più famosi di Firenze. Infine, se ti trovi a Firenze a giugno e ti piace lo sport puoi terminare il giro a Santa Croce assistendo ad un incontro di calcio fiorentino, sport antico e rude, un po’ calcio un po’ rugby, che vede sfidarsi quattro squadre in rappresentanza dei quattro quartieri storici di Firenze.

Bere un caffè in Piazza della Repubblica in uno dei locali storici

Piazza della Repubblica
Piazza della Repubblica

Altra cosa da vedere a Firenze o meglio da fare, prima di lasciare il capoluogo toscano è concedersi un caffè in Piazza della Repubblica in uno dei caffè storici di Firenze.

Questi sono il Donnini, il Paszkowski, il Gilli (il più antico, fondato in altra sede nel 1733) ed il caffè Le Giubbe Rosse e sono situati ai quattro angoli della piazza. Sorti tra il 1700 e la fine del 1800 quando la piazza venne completamente ristrutturata, sono stati nel corso degli anni frequentati da intellettuali come Montale, D’Annunzio e Saba.

In particolare alle Giubbe Rosse si scatenò una storica rissa tra i futuristi di Marinetti, Boccioni e Carrà ed alcuni intellettuali fiorentini del circolo di Ardengo Soffici. Oggi i locali sono decisamente più tranquilli ed accanto agli intellettuali siedono fiorentini e turisti e si ascolta musica ed occasionalmente si tengono mostre e sfilate di moda.

... in conclusione

Siamo giunti alla fine del nostro giro allargato di Firenze. Possiamo salutare la città sicuri di essere andati oltre il giro classico senza esserci fatti sfuggire nulla.

Ci sono tantissimi altri luoghi da vedere a Firenze, la Fortezza da Basso dove spesso si tengono fiere e mostre, un’uscita a Fiesole, il cimitero degli Inglesi. Ed ancora molti locali dove andare e spazi espositivi da vedere.

Purtroppo il tempo non è infinito ma siamo certi che dopo aver vissuto Firenze come te l’abbiamo fatta vivere noi, avrai molta voglia di tornaci.

Video: Cosa vedere a Firenze

Ecco un dettagliato video su Firenze. Ti consigliamo di prenditi 10 minuti e di guardalo fino alla fine.

Come arrivare a Firenze

Firenze essendo ben collegata con il resto d’Italia sia via terra che per via aerea è molto facile da raggiungere.

Ma se possiamo darti un consiglio è quello di arrivare a Firenze in treno, dal 2009 sono stati introdotti anche i treni ad alta velocità che permettono di spostarsi con velocità da Napoli, Roma,Bologna,Milano.

Come già detto sopra,  ti consigliamo di prenotare un hotel in zona stazione S. Maria Novella in quanto pernottare in questa zona rendere semplice la visita di Firenze a piedi.

Se invece vuoi spendere poco qui abbiamo selezionato alcuni hotel di Firenze economici ma con validi servizi.

3 consigli per vedere Firenze

  1. Se vuoi avere ancora maggiori informazioni su Firenze scarica gratis questa guida su Firenze in pdf sono circa 50 pagine dove troverai veramente moltissime info utili sulla città.
  2. Scarica la mappa delle vie e dei monumenti più famosi di Firenze
  3. Scarica Firenze Up! (Android - IOS) app  gratuita relativa agli eventi in programma a Firenze.
    Se ti piace camminare scarica anche Firenze The Walking City (Android - IOS) un’app con la mappa  dei migliori percorsi da fare a piedi in città, tutte  ricche di dettagli storico/artistici.