Villa Crespi, quello da sapere prima di andare

Villa Crespi è nota per il suo ristorante gestito dallo chef Canavacciuolo ecco cosa sapere prima di andare

Villa Crespi - Antonino Canavacciuolo
Villa Crespi - Antonino Canavacciuolo

Villa Crespi è nota per il suo ristorante interno gestito dallo chef pluripremiato Antonino Canavacciuolo; ma la buona cucina è solo uno degli elementi che fanno di Villa Crespi uno degli alberghi (puoi prenotare una camera da qui) più rinomati del Lago d’Orta, scopriamo quello che c’è da sapere prima di andarci.

Storia di Villa Crespi

Si tratta di una costruzione risalente al 1879, in stile moresco, immersa in eleganti giardini che si affacciano direttamente sul lago.

Villa Crespi - Esterno
Villa Crespi – Esterno

Entrando nella lussuosa residenza ci si immerge in un’atmosfera esclusiva, da notare le preziose decorazioni interne che richiamano nello stile e nello sfarzo il palazzo di un sultano mediorientale; le reminiscenze esotiche non finiscono qui, l’edificio è infatti sormontato da un imponente minareto.

Stanza Royal e Gold Suites
Stanza Royal e Gold Suites

La residenza mette a disposizione dei suoi clienti 14 tra camere standard e suites dotate di ogni comfort pur rimanendo stilisticamente fedeli alle origini; stucchi, stampe  e pavimenti veneziani creano un’atmosfera unica.

Ristorante Villa Crespi

Il fiore all’occhiello di Villa Crespi è il suo ristorante che ha ricevuto molti premi prestigiosi e che vanta due stelle Michelin, tre cappelli dell’Espresso e tre forchette Gambero Rosso. Con un curriculum così e con uno chef del calibro dell’ormai famosissimo Canavacciuolo il ristorante non può che essere sempre pieno.

Antonino Cannavacciuolo
Antonino Cannavacciuolo

Il “gigante buono” come viene chiamato affettuosamente Antonino è il protagonista assoluto della sua cucina; ha sperimentato e perfezionato con grande successo un nuovo tipo di cucina mediterranea che unisce le tradizione del sud Italia, luogo d’origine dello chef, ed i gusti culinari del Piemonte, la sua terra d’adozione.

Sedersi ad uno dei tavoli del locale è già di per se un’esperienza unica, grazie alla cortesia, all’attenzione dei  particolari ed al servizio impeccabile; non parliamo poi del viaggio nei sapori che si prova gustando le portate proposte dallo chef Cannavaciuolo.

Gli ingredienti di Villa Crespi

In primo luogo parliamo degli ingredienti, sempre freschissimi e rigorosamente di stagione, scelti personalmente da Antonino e dalla moglie Cinzia, poi c’è il personale che viene selezionato con cura e attenzione perché non tutti possono sopportare i ritmi e la tensione che ci sono in una particolare cucina come questa; e poi c’è l’estro del “maestro” che studia, crea e supervisiona la lavorazione di ogni piatto del menù, senza farsi scappare neanche un minimo particolare.

Il menù di Villa Crespi

Scorrendo il menù “à la carte” lo chef propone portate dal carattere deciso ma allo stesso tempo delicato; tra gli antipasti spiccano le lumache in umido accompagnate da una crema all’aglio e pomodori San Marzano, le coscette di rana con pomodori verdi e riso cotto nel latte di capra ed il tonno “vitellato” famoso piatto inventato da Antonino.

Piccione
Piccione

Si continua con i primi piatti come i plin alla genovese con il ripieno di carne di fassone piemontese o il riso con vongole veraci, timo e limone.
I secondi piatti non sono da meno e l’estro dello chef si fa sentire più che mai come nel piatto a base di anguilla, patate, rafano e agrumi; abbinamenti unici che deliziano il palato.

Linguine
Linguine

Il pasto finisce in bellezza degustando uno dei favolosi dessert proposti, tra i quali i ravioli di mango con sorbetto alla mela verde e sedano o la zuppetta fredda di nocciole, limone e cioccolato accompagnato da una crema al mascarpone.

Dessert
Dessert

L’esperienza di chi ha mangiato a Villa Crespi

Ti vogliamo riportare le recensioni di alcuni persone che hanno provato l’esperienza di mangiare a Villa Crespi, per farti capire l’atmosfera che si respira in questo meraviglioso posto:

Credo sia inutile stare a dilungarsi quando si deve parlare dell’eccellenza assoluta. E’ un’esperienza sensoriale totale che appaga ogni percezione dei nostri sensi. Molto semplicemente credo che chi critica con banalità tipo il livello dei prezzi o le porzioni non sia in grado, non abbia le basi, per comprendere questa forma di arte. Non c’è nulla di male, io per primo non sono in grado di apprezzare la pittura e mi annoio nelle gallerie, perchè mi mancano le basi: solo che non per questo critico. I menù degustazione sono un percorso perfetto, francamente abbiamo faticato a finire tutto. Le portate erano da sogno sotto ogni punto di vista, il servizio e la professionalità impeccabili, il posto stupendo. E’ stata un’esperienza da sogno. – Moutantboy su Tripadvisor

Se volete provare l’alta cucina di uno chef stellato questo è il posto giusto. lo staff cortese, gentile, simpatico, attento, competente. la cucina ottima, giusta nei tempi, piatti ovviamente strabuoni, gusti riconoscibili al palato “comune”, qualità eccellente. i piatti sono ben spiegati senza esagerare. noi abbiamo seguito un menu pilotato, 6 o 7 portate, cibo abbondante, tutti sazi alla fine della cena. location spettacolare. un buon caffè per chiuedere, che non è sempre scontato. lista vini umana. bottiglie anche da 50-60 euro, e anche questo non è sempre scontato. un conto di 210 euro a persona, bevendo tre bottiglie di valpolicella ripasso in otto. lo chef presente. disponibnile con tutti, si è fermato a chiaccherare con noi fino a tarda notte. io ci torno. è stata veramente una serata piacevole. – Discraider su Tripadvisor

Bella location…. niente da dire su niente… ogni singolo piatto è un esperienza indimenticabile. Servizio perfetto in tutto, cantina da urlo. Grazie grazie grazie. – Tripadvisor

Non si può descrivere senza provare la bontà del cibo e dei vini che vengono serviti in questo ristorante!!! Esperienza UNICA ED INDIMENTICABILE! Servizio OTTIMO, accoglienza SUPER, qualità IMPECCABILE!!! Tutto PERFETTO! Tutto DIVINO, dall’aperitivo ai dolci! Cameriere precisissimo nella descrizione dei piatti e dei vini! Certo, non è economico, ma il prezzo è giustificato dalla qualità, dal servizio, dalla location!!! COMPLIMENTI!!!!!!!!!!!!!! Tripadvisor

Quanto costa il menù a Villa Crespi

Chi decide di fare questa esperienza sicuramente non deve contare le monetine nel portafogli indicativamente secondo i menù degustazione esposti sul sito www.villacrespi.it si parte da 95/135€ a persona con la possibilità di integrare il menu con assaggi di vini e formaggi.

Ora gustati questo magnifico video di Cinzia e Antonino Cannavacciuolo

Insomma, una cena o un soggiorno a Villa Crespi valgono fino all’ultimo centesimo che si deve sborsare; in un solo luogo si hanno tutti gli ingredienti per un’esperienza da sogno.