Prenota il tuo soggiorno in tutto il mondo in un click! #dormoqui

  • +15.000 hotel, b&b appartamenti
  • Tariffa più bassa garantita!
  • Prenoti online e paghi direttamente all'arrivo

Ti piace Alghero?

Visitare Alghero

 Consigli Utili

Alghero: Consigli utili per visitare Alghero

Alghero, vista la sua posizione su di un’isola, non è di certo facilmente raggiungibile come altre città italiane. Per raggiungere la Sardegna si può scegliere come mezzo di trasporto l’aereo, ed in questo caso risulterà agevole raggiungere Alghero in quanto dispone di un aeroporto che dista soltanto 13 chilometri dalla città.
Qui fanno scalo voli nazionali, ma anche internazionali e negli ultimi anni è divenuto hub Ryanair, incrementando le destinazioni raggiungibili da Alghero.

Se si decide di raggiungere l’isola via mare sicuramente bisognerà mettere in conto diverse ore di navigazione, ed in ogni caso, una volta sbarcati in Sardegna bisognerà fare ancora qualche ora di macchina per raggiungere la meta delle proprie vacanze. La nave può essere una buona soluzione se si decide di portare con sé la propria macchina, altrimenti conviene di gran lunga prendere l’aereo, che risulterà più economico e più veloce come mezzo di trasporto.
Di solito per andare ad Alghero si sbarca ad Olbia o a Golfo Aranci, che si trova sempre nei pressi di Olbia, sulla costa orientale della Sardegna; da lì in circa 2 ore di macchina si raggiunge la città di Alghero percorrendo la strada a scorrimento veloce che taglia la Sardegna da est ad ovest.
La città di Alghero si visita agevolmente a piedi ed in breve tempo, però le attrazioni principali della città sono le spiagge e le riserve protette, le quali si raggiungono spesso solo con mezzi privati, per cui se si viaggia con la propria auto non si incontreranno grossi problemi, mentre se si va con i mezzi pubblici è consigliabile noleggiare una macchina per avere più libertà e scegliere la destinazione più idonea.

Tutta la Sardegna offre dei prodotti tipici unici, molto differenti da altri che si trovano nel resto della penisola italiana, ciò in virtù dall’isolamento che ne deriva dal suo essere “isola”. Possiamo cominciare nominando due vini molto rinomati e strettamente correlati alla zona di Alghero, ovvero l’Alghero DOC, prodotto dall’azienda vinicola “Sella&Mosca” e l’Anghelu Ruju che ha vitigni che sorgono direttamente nei pressi dell’omonimo sito archeologico.

Una delle cose a livello culinario che può colpire maggiormente i visitatori è il pane; infatti manca il classico formato di pane tipico del sud e centro Italia con file grandi ed alte, completamente sostituito da pane sottilissimo. Come non assaggiare il tipico “pane carasau”, pane azimo croccante, nato per rispondere alle esigenze di un tempo dei pastori che per settimane rimanevano lontani da casa. Anche la “spianadas” è un tipo di pane simile al pane carasau, ma non croccante, bensì morbido, adatto ad essere arrotolato.

Vista la vicinanza con l’entroterra, anche nel territorio algherese è possibile degustare alcune specialità sarde rinomate in tutta Italia, come il pecorino sardo ed i salumi tipici. Tra i dolci si consiglia assolutamente di assaggiare le “seadas”, ordinabili in qualsiasi ristorante. Si tratta di squisiti dolcetti a base di un impasto ripieno con formaggio fresco e la scorza grattata di limone o di arancia, vengono poi fritti e serviti caldi con una spolverata di zucchero a velo o con del miele versato sopra.