Le 7 piscine naturali più belle del mondo

Le più belle piscine naturali al mondo, guarda che foto.

To Sua
To Sua

Nel mondo si possono ammirare meravigliose architetture create dalla natura, tra queste ci sono le piscine naturali che si sono formate grazie all’erosione e sono giunte fino a noi, dopo secoli e millenni, a testimonianza della forza degli elementi.

Guardare ed immergersi in una piscina naturale è sicuramente un’esperienza unica e suggestiva, si ha la sensazione di essere abbracciati dalla natura circostante.

Di seguito andremo alla scoperta delle 7 piscine naturali più belle sparse per i cinque continenti.

1. Isole Samoa e la  piscina naturale chiamata To Sua

La prima tappa di questo suggestivo viaggio le Isole Samoa situate nell’Oceano Pacifico meridionale e fanno parte dell’Oceania. Sull’isola Upolu, in uno scenario paradisiaco vi è la piscina naturale chiamata To Sua; il nome nella lingua samoana significa “Grande Buco” e ne rispecchia a pieno le caratteristiche.

La To Sua fa parte di una serie di piscine naturali che si trovano nei pressi del villaggio di Lotofaga e per arrivarci si deve scendere una lunga scala di legno che scende per ben 30 metri nella roccia oppure, solo per gli esperti di subacquei, è possibile accedervi da uno stretto passaggio all’interno di una grotta sottomarina.
L’acqua della piscina è salata perché viene direttamente dall’oceano.

Cascate di Havasu
Cascate di Havasu

2. Cascate di Havasu

Negli Stati Uniti, più precisamente in Arizona esiste una piscina naturale ai piedi delle Cascate di Havasu, a ridosso del Gran Canyon; queste sorprendenti cascate si trovano nei pressi del villaggio indiano di Supai all’interno della riserva degli Havasupai, in un luogo remoto ed ancora poco conosciuto dal punto di vista turistico.

Il fiume fa un salto di ben 35 metri per andare a tuffarsi nella piscina sottostante formatasi grazie alla potenza delle sue acque.

Il bacino è limpido e color turchese e per poter immergersi dentro è necessario affrontare un’escursione a piedi di media difficoltà tra i paesaggi e la vegetazione tipica del canyon.

Cenote
Cenote

3. Cenotes

In America latina, più precisamente nella regione messicana dello Yucatan ci sono una serie di grotte con dei bacini di acqua dolce chiamati Cenotes, situati nella profondità della roccia.

Queste piscine, tutte di una bellezza straordinaria, variano per forma e dimensione; da quelle molto piccole fino ad arrivare alla più grande con un diametro di 50 metri.

I Cenote hanno una storia antichissima che risale fino ai Maya, i quali consideravano queste piscine naturali come un punto di contatto diretto tra l’uomo e le divinità.

Pamukkale
Pamukkale

 

4. Il Pamukkale, in Turchia

Continuando il viaggio tra le piscine naturali più belle, si passa dal continente americano a quello Europeo scoprendo le bellezze che riserva ai visitatori uno dei siti naturali considerati Patrimonio dell’Umanità: il Pamukkale, in Turchia.

Il Pamukkale (recensite anche su: 5 posti surreali da vedere) è costituito da una serie di vasche a terrazza, da qui sgorga acqua termale, lunghe 2.700 metri circa ed alte fino a 160 metri.
In turco Pamukkale significa “castello di cotone” ed è meta di migliaia di visitatori che ogni anno si accalcano sulle sue sponde per ammirare la bellezza delle sue acque limpide e cristalline.

Oggi non è più consentito immergersi nelle sue acque per motivi di conservazione ed ai turisti non resta che accontentarsi di fare un bagno termale nelle piscine che si trovano all’esterno del sito.

Grotta della Poesia
Grotta della Poesia

5. La Grotta della Poesia

Anche l’Italia vanta la presenza sul suo territorio di una meravigliosa piscina naturale: la Grotta della Poesia, a Roca Vecchia in Puglia. (leggi anche: Dove dormire: 6 Trulli da prenotare subito)

I turisti che affollano la costa salentina hanno la possibilità di ammirare la bellezza di questo bacino di acqua dolce a cui si associa anche un’antica leggenda romantica.

Grotta della Poesia
Grotta della Poesia

Si narra che una principessa di grande bellezza si immergesse spesso nelle acque della grotta; divenne così  la musa che ispirava i versi d’amore composti dai poeti della zona che si recavano ad ammirarla nuotare in quelle acque cristalline.

Tat Kuang Si Waterfall
Tat Kuang Si Waterfall

6. Tat Kuang Si Waterfall

Nel Laos la forza delle acqua e del tempo hanno formato una serie di piscine naturali ai piedi di 30 km di cascate, tra cui la più importante: Tat Kuang Si Waterfall.
La cascata ed il bacino sottostante sono stati dichiarati dall’UNESCO Patrimonio Mondiale dell’Umanità.
Ci si può immergere e tuffare nelle acque turchesi della piscina semplicemente seguendo un sentiero che costeggia la riva lungo tutto il percorso del fiume.

Piscina del Diavolo
Piscina del Diavolo

7. Le Cascaste Vittoria nello Zambia

In ultimo ma non per importanza, visitiamo la Piscina del Diavolo presso le Cascaste Vittoria nello Zambia. Questa piscina naturale è considerata la più pericolosa al mondo perché si trova a ridosso del bordo delle cascate e non ai suoi piedi.

La corrente dell’acqua è molto forte per cui è possibile immergersi senza rischiare di essere portati via solo nei mesi da settembre e dicembre, quando non vi è molta acqua.
Il panorama è mozzafiato e per i più impavidi è un vero divertimento tuffarsi in una piscina sospesa a centinaia di metri di altezza.